Guerrilla Marketing: 3 casi di marketing non convenzionale!

Nei precedenti articoli abbiamo trattato di alcune strategie di pricing o più in generale di strategie di marketing molto diffuse tra le imprese. All’interno delle strategie di marketing non convenzionale trova posto il cosiddetto Guerrilla Marketing.

Il Guerrilla marketing si basa sulla creazione di un effetto sorpresa, di grande impatto sul consumatore, che spiazzato e incuriosito dal messaggio inizia a diffondere in maniera virale il messaggio determinando il successo del prodotto!

Il Guerrilla marketing non è una semplice strategia di marketing e non è riconducibile a quelle utilizzate nei social media, perché utilizza un contesto off-line per esprimersi. Andiamo a vedere nel dettaglio di che si tratta, aiutandoci con alcuni casi clamorosi!

Guerilla Marketing: obiettivi

La finalità del Guerrilla Marketing è quello di raggiungere obiettivi tradizionali come profitto e brand awareness, con metodi non convenzionali. Questa strategia è reputata a basso costo ma si investono molte energie fisiche e mentali!

Tuttavia il basso costo non è il principio fondamentale: l’effetto sorpresa si basa sulla rottura degli schemi tradizionali e lascia piena libertà alla creatività, trasgredendo anche alle regole!

Il Guerrilla Marketing ha l’obiettivo di creare un contesto attraente e stimolante utilizzando luoghi insoliti con approcci inaspettati. Le persone sono annoiate dagli approcci tradizionali di marketing e necessitano di eventi straordinari per colpire la loro attenzione. Lo slogan utilizzato non deve trasmettere un concetto in modo diretto ma stimolare la curiosità:

esempi-guerrilla-marketing

Prendiamo ad esempio questa foto. Axe è il brand di prodotti per l’igiene maschili la cui principale linea di prodotti è il deodorante spray. Vi ricordate la pubblicità nella quale un ragazzo si cosparge letteralmente del deodorante Axe e in poco tempo è circondato da ragazze provenienti da tutte le direzioni? Bene, questo è un modo “guerrilla” di riproporre quella pubblicità!

Guerrilla Marketing: Approcci

Il Guerrilla Marketing studia attentamente il luogo in cui è dedicata la campagna, analizzando il territorio e il target da colpire. I consumatori sono abituati ad una pubblicità tradizionale, per cui nel momento in cui viene stuzzicata la curiosità saranno portati inevitabilmente a parlarne con altri. Le necessità di raggiungere un pubblico di grande dimensioni porta a utilizzare tecniche provocatorie che infrangono le regole: vengono utilizzati stickers appicati ovunque, stamps, scritte sui muri.

Nonostante sia una strategia di marketing non convenzionale, il Guerrilla Marketing non è utilizzato solo dalle piccole e medie imprese ma anche e soprattutto dai grandi brand, come possiamo vedere in questa immagine:

esempi-guerrilla-marketing

 

Attraverso il guerrilla marketing è possibile usare i luoghi affollati, alla moda o di tendenza, catturando la curiosità del target e sviluppando un potenziale passaparola.

Riassumiamo la strategia di Guerrilla Marketing in 4 punti:

  • economico ma creativo;
  • capisce il pubblico e sa cosa vuole;
  • pensa fuori dagli schemi;
  • orienta l’acquisto;

3 esempi di Guerrilla Marketing:

Come anticipato in apertura dell’articolo, adesso analizzeremo 3 casi di guerrilla marketing molto particolari e di impatto. Iniziamo:

1 Come non citare in questo breve elenco il WWF, la più grande organizzazione mondiale per la difesa dell’ambiente e per le specie a rischio. Basta poco per far capire al quotidiano utilizzatore di un bagno pubblico quali sono le conseguenze dell’utilizzo sconsiderato di carta. Vedere per credere!

esempi-guerrilla-marketing

 

2 Cambiamo settore: il cinema. Per inaugurare l’uscita del nuovo film di Superman “L’uomo d’acciaio”, qualche genio ha pensato bene di installare queste stampe negli ascensori in maniera tale da riproporre la tipica azione di Clark Kent prima della sua trasformazione nel supereroe che tutti conoscono! Semplice, economico, geniale.

esempi-guerrilla-marketing

 

3 “The last but not the least!” verrebbe da dire. La Nivea ha mostrato chiara visione dell’effetto dei loro prodotti sul corpo di una donna con questo divanetto. “Goodbye Cellulite”. Goodbye competitors!

esempi-guerrilla-marketing

 

Sul web è veramente facile trovare tantissimi esempi di Guerrilla Marketing, molto divertenti e di impatto! E voi conoscevate questa tecnica di marketing? Se trovate qualche altra idea, non esitate a farcelo sapere!

Per maggiori informazioni sull’argomento ti potrebbero interessare questi volumi: Guerrilla marketing. Mente, persuasione, mercato, Marketing non convenzionale: Viral, guerrilla, tribal, societing e i 10 principi fondamentali del marketing postmoderno, Guerrilla marketing in Italia. Il vero guerrilla marketing per i grandi risultati con piccoli budget

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *